Ibiza e Formentera

  • Sabato: ci troviamo nella città di Ibiza per l’imbarco, check-in alle ore 15:00 con un aperitivo di benvenuto. Segue il consueto breefing sulle “norme” di bordo e di sicurezza che vi aiuteranno a familiarizzare con l’imbarcazione. Ibiza significa “divertimento” e non dobbiamo certo spiegarvi nulla di questa notissima località. Però un ‘segreto’ l’abbiamo: chi di voi sa che il vecchio villaggio di Ibiza è patrimonio dell’Unesco?
  • Domenica: (6 ore di navigazione) dopo un’abbondante prima colazione, salperemo per Tagomago, una esclusiva piccola isola rocciosa. È un’isola privata ma che viene affittata; noi potremo comunque godere delle sue acque cristalline e della natura che la contraddistigue. Ci dirigeremo poi verso Cala Benirras, una delle spiagge più conosciute di Ibiza che è stata, negli anni sessanta, il cuore della cultura hippy, forse perché è il paesaggio è riuscito a rimanere piuttosto incontaminato.
  • Lunedì: (3 ore di navigazione) dopo la notte passata a Cala Benirras ci aspetta Portixol, piccola spiaggia ‘segreta’ dell’Isola di Ibiza. Qui l'acqua è bassa e cristallina, l'ideale per fare snorkeling e la piccola insenatura è protetta da scogliere e ripidi pendii, rivestiti da una fitta pineta. Navighiamo verso Ses Margalides, particolarissimo isolotto dalle alte scogliere e da un curioso arco naturale. Il mare è perfetto per le immersioni in profondità, per godere appieno dei fantastici colori che i giochi di luce fanno sulle rocce sommerse. Veleggiamo verso Cala Salada. Qui potremo goderci il mare turchese intenso, e la sabbia dorata della spiaggia per proseguire in direzione di Cala Gració. È una bella e piccola cala familiare, molto frequentata dai residenti della zona, incastrata tra delicati promontori rocciosi ed un frondoso bosco di sabine e pini.
    Per chiudere questa intensa giornata in bellezza, ci attende infino Sant Antoni, attendendo il tramonto, strabiliante spettacolo del sole che, scendendo all’orizzonte, sembra immergersi nelle acque dell’oceano. Questa bellissima grande baia naturale è famosa anche per l‘animata vita notturna, che inizia e si conclude lungo i viali che costeggiano il mare e tra i bar del centro.
  • Martedì: (3 ore di navigazione) dopo la ormai consueta ricca colazione salpiamo per Cala Bassa. Qui troviamo spiaggia ideale per gli sport acquatici, le sue caratteristiche l’hanno resa una delle calette più sicure per queste attività. La spiaggia di sabbia fine e bianca si trova in posizione protetta ed è circondata dalla pineta. Il mare è talmente limpido da sembrare una piscina, ideale per nuotate e snorkelling. Veleggiamo poi verso Cala Comte, bellissima spiaggia bandiera blu dalle acque tranquille che variano dal turchese al verde smeraldo, grazie all’alternarsi di fondali rocciosi e sabbiosi. Proprio di fronte a Cala Comte ci aspetta l’isola di Espartar, per favolose immersioni subacquee. Per la serata attraccheremo a Cala d’Hort, zona protetta per la sua bellezza un po’ selvaggia.
  • Mercoledì: (3 ore di navigazione) lasciamo Cala d’Hort e raggiungiamo S’Espalmador, un isolotto selvaggio e disabitato di soli 3 km quadrati di superficie, ma ricco di tante piccole meraviglie naturali, compresa una piccola laguna solforosa in cui è possibile fare dei salutari bagni di argilla calda. Veleggiamo poi verso l’isola di Redona, S’Estany des Peix,una laguna di acqua salata che si schiude verso il mare attraverso un’apertura stretta cui possono accedere solo imbarcazioni di piccole dimensioni. In quest’area naturale potremo ammirare il tramonto, indubbiamente uno dei momenti salienti della giornata. La qualità delle sue acque ne fa l’habitat idoneo per numerose specie di molluschi, crostacei e pesci e data la sua rilevanza, l’UNESCO ha dichiarato tale zona Riserva della Biosfera.
  • Giovedì: (5 ore tra navigazione e cammino) in questa penultima giornata di crociera veleggiamo di buon mattino per raggiungere Cala Saona, sicuramente da annoverare fra le più belle e frequentate dell’isola, nonostante la sua piccola estensione. Grande tranquillità e suggestive bellezze naturali ci circonderanno.
    La baia, di sabbia finissima, è circondata da una incantevole zona boscosa e si apre tra due gruppi di rosse scogliere, le cui acque cristalline sono sorprendentemente azzurro intenso, un vero paesaggio da cartolina. Lasciamo questa spiaggia per raggiungere Migjorn e Es Arenals. Qui troviamo Platja de Migjorn (“spiaggia di mezzogiorno”), che con i suoi 6 km circa di lunghezza, è senza dubbio la più grande ed una delle più godibili spiagge di Formentera. Non mancano gli ottimi ristoranti tipici, chiringuitos e servizi di vario genere. Se abbiamo voglia di confonderci fra la folla ecco Ex Arenals, la spiaggia in assoluto più frequentata di tutto il litorale sud di Formentera. Es Arenals è nota per la sua bellezza, con sabbia bianchissima e mare stupendo. Es Arenals è nella parte sud orientale dell’isola ed è raggiungibile solo via terra, a 1,2 km dal punto occidentale più vicino, per mezzo di una strada (Cami des Arenals) situata 2 miglia più a sud di Migjorn, dove pernotteremo.
  • Venerdì: (4 ore di navigazione) giornata della traversata di rientro ad Ibiza, dove si concluderà il nostro viaggio. Ci sarà ancora il tempo per bagni e immersioni, per il relax e gli ultimi ritocchi all’abbronzatura. Il rientro ad Ibiza è occasione per vivere il porto e i suoi locali attivi tutto il giorno e la notte, visto che sabato il check-in è alle ore 15:00 e la domenica mattina si partirà presto per percorrere le 30 miglia che dividono Ibiza porto da Cala Benirras.
    Paper Boat renderà anche quest’ultima veleggiata un’occasione per sognare ad occhi aperti.

Seguici su facebook!

 

La Flotta

Contattaci

William: 380.31.06.655
Emilia Della Corte 335.83.41.920

Scrivici: paperboatsail@gmail.com

Chiedi un preventivo

William:
+39 380.31.06.655
Emilia Della Corte:
+39 335.83.41.920
Scrivici: paperboatsail@gmail.com